Smart box “MATRIX” di Algitech, il valore aggiunto per le lavanderie industriali

0
191

“Quando qualche anno fa, nell’edizione di EXPOdetergo International 2018, presentammo “l’armadio intelligente Matrix” i tempi non erano ancora maturi per poter pensare alla distribuzione automatica a livello “capillare” della biancheria da parte delle lavanderie industriali ai piccoli clienti, quali affitta-camere, home sharing, B&B”, ne parliamo con Alfonso Caselli, responsabile di Algitech, azienda specializzata nella realizzazione di macchine per l’introduzione, la stiratura, la piegatura della biancheria piana e di sistemi di smistamento automatico e gestione completa del prodotto finito.

Da cosa scaturisce l’idea di progettare lo smart box “Matrix”?
“Come ho già anticipato per il progetto e la realizzazione di Matrix ci siamo attivati da qualche anno oggi però il mercato è sufficientemente maturo e sempre più lavanderie industriali lo stanno adottando poiché permette di avere diversi vantaggi. Infatti, è un dato di fatto che affittacamere, B&B e strutture ricettive private hanno avuto un grosso incremento proprio in Italia: basta per un attimo ricordare i famosi portali esteri che hanno investito proprio nel nostro paese sulla possibilità di affittare la propria stanza e/o casa.

Il trend di crescita dell’home sharing è innegabile e viene rilevato anche da una ricerca di World Capital Group con Nomisma, che ha analizzato le intenzioni dei turisti italiani su scala nazionale: pur restando l’albergo la tipologia di alloggio più richiesto cresce esponenzialmente la quota di coloro che optano per una soluzione extralberghiera, con i B&B a +900% di richieste rispetto al 2019. È ormai evidente che il boom dell’extralberghiero non è più una congiuntura legata alla post pandemia quanto piuttosto un dato in via di consolidamento a livello globale, conseguenza di un approccio sempre più flessibile dei viaggiatori.

Tutto questo ha fatto nascere nel concreto una nuova esigenza. Volendo effettuare un ragionamento in prospettiva, ma che oggi è già realtà, poniamo l’attenzione della distribuzione di biancheria al privato”.

La tecnologia anche in termine di risparmio energetico e di compatibilità ambientale ci sta dando un grosso aiuto. In questo senso, quali utilizzi potrebbe avere Matrix?
“Pensiamo ad esempio ad un condominio di 5 piani, dove gli inquilini, anziché lavare personalmente la propria biancheria, ricorrano al noleggio parziale: ciò significherebbe eliminare almeno 10 lavatrici (e qualche essiccatoio) – una per ogni famiglia – e garantirebbe un notevole risparmio energetico e un minor impatto ambientale, due aspetti, questi ultimi, verso i quali siamo sempre più sensibili, grazie ai sistemi di depurazione differenziata in dotazione alle lavanderie industriali. Inoltre, questo sistema è l’unico al mondo grazie al quale, se viene smarrita la biancheria, che rappresenta uno dei maggiori capitali per una lavanderia, quest’ultima guadagna.

La vera posta in gioco sarà spostare il noleggio dal B&B anche al privato e sia per noi che per le lavanderie si cereranno nuove opportunità tutte da cogliere. E poi ancora, perché non creare un ancoraggio tra la lavanderia industriale e la capillarità della lavanderia self service? La lavanderia self service oltre a garantire tutti i servizi tradizionali può mettere a disposizione un locker gestito dalla lavanderia industriale con una puntualità territoriale che garantirebbe un valore aggiunto. APP o tessera smart card, codice OTP sullo smart phone e il cliente viene opportunamente informato che il proprio kit è pronto per il ritiro”.

In breve, i principali vantaggi della distribuzione automatica si possono sintetizzare nei seguenti punti:
– Monitoraggio continuo della biancheria evitandone la perdita, poiché in ogni anagrafica cliente c’è una cauzione che non permette di prelevare oltre il credito disponibile.
– La distribuzione non è presidiata e consente di prelevare a qualunque ora con una tessera e con un’app sul telefonino.
– Tramite il software è possibile essere sempre a conoscenza, per ogni singolo cliente, dello stato temporale e della rotazione degli articoli che vengono utilizzati e in ogni istante si può monitorare il flusso tra la consegna dello sporco e la restituzione del pulito.
– Maggiore marginalità per le stesse lavanderie industriali sui singoli articoli.
– Meno inquinamento a livello globale con biancheria lavata e stirata, magari anche da lavanderie certificate.

Come avviene operativamente la distribuzione automatica?
“In pratica, il cliente può recarsi in qualsiasi momento presso il punto di distribuzione più vicino e, dopo essersi identificato tramite tessera, può prelevare dai singoli sportelli la biancheria pulita che gli occorre: per esempio, un kit per letto singolo o matrimoniale o un kit di spugne. Il cliente inserisce gli articoli scelti tramite touchscreen nel suo “carrello”, l’armadio abilita l’apertura della portella corrispondente e il cliente può prelevare la sua biancheria. Il noleggio può essere gestito per singolo cliente e si può impostare il numero massimo di pezzi prelevabile in base alla cauzione che è stata versata.

È possibile personalizzare sia il software sia la composizione dell’’armadio di distribuzione, di cui è possibile scegliere numero e dimensioni delle singole “portelle” di apertura, perchè è ovvio che le dimensioni di un kit spugna non sono uguali a quelle di un kit singolo o matrimoniale. Il sistema implementato è espandibile in ogni momento inserendo moduli aggiuntivi in base alla necessità. Una nota importante è che in base al tipo di distribuzione si può decidere di avere la biancheria con o senza chip di rilevazione in tecnologia UHF”.

“Algitech nella sua dinamicità cerca di essere sempre pronta al cambiamento e soprattutto all’evoluzione del mercato e con Matrix cerchiamo di rispondere anche alle nuove esigenze”, conclude Alfonso Caselli. •

ALGITECH S.r.l.
Via dell’Industria 1
64014 Martinsicuro (TE)
T. +39 0861 760653
info@algitech.it www.algitech.it

di Marzio Nava
DETERGO Magazine # Aprile 2024