C’era anche Detergo all’evento internazionale “Milano World Business Forum 2023” tenutosi lo scorso 15 e 16 novembre presso l’Allianz MiCo di Milano Congressi. L’evento “Milano World Business Forum 2023” è stato un momento straordinario di ispirazione e condivisione di conoscenze per le aziende, focalizzato sul tema centrale del “Purpose”. I relatori hanno condiviso prospettive e esperienze che evidenziano come la determinazione dello scopo sia fondamentale per il successo aziendale, capace di generare impatti positivi nella società.

Ci indica la strada da seguire e fissa un obiettivo da raggiungere in futuro. È la forza che ispira l’innovazione e la creatività nelle persone e nelle organizzazioni. Uno scopo chiaro e condiviso ci rende capaci di raggiungere qualsiasi obiettivo. Mettiamo il Purpose al centro del business. Avere chiaro il nostro scopo ci permette di navigare attraverso le acque turbolente e spesso inesplorate che le imprese si trovano ad affrontare oggi.

Lo scopo ci permette di passare dalla produttività alla passione, dall’automazione all’espressione di sé, dall’individualismo alla collaborazione. L’iniziativa ha radunato i più grandi leader e senior executive di ogni settore, creando uno spazio aperto di ascolto e confronto. Ma quali sono stati i messaggi lanciati dalle più brillanti personalità del mondo del business e non solo?

La prima speaker del Wobi 2023 è stata Nava Ashraf, docente di Economia presso la London School of Economics (LSE), che ha introdotto il concetto di Capitale Altruistico come una risorsa costruibile attraverso l’azione e l’apprendimento sociale. Ashraf ha sottolineato che ogni persona ha un desiderio latente di aiutare gli altri, evidenziando l’importanza di integrare l’altruismo come parte del “purpose” aziendale. “Non esistono individui altruisti e individui egoisti, ogni persona ha un desiderio latente di aiutare gli altri.” – ha dichiarato Nava Ashraf.

Greg Hoffman, ex Chief Marketing Officer di Nike, con oltre 27 anni di esperienza nel mondo dello storytelling e della brandexperience, ha condiviso i segreti per instaurare connessioni di valore con i clienti generando emozioni e brand experience. “Per creare un legame con i propri consumatori è fondamentale essere empatici. Ogni prodotto deve racchiudere una storia, un concept che permetta ai clienti di rispecchiarsi nei valori del brand. Solo così un brand diventa memorabile. Bisogna passare a sessioni di brainstorming intersecando competenze e prospettive diverse per renderle più fruttuose. Tutti possiamo sognare un futuro migliore!”

Poi è stata la volta di Beatrice “Bebe” Vio la schermitrice e campionessa paralimpica più famosa d’Italia che ha sfidato la concezione di disabilità, sottolineando che questa è solo nella mente delle persone. tutti siamo “disabili” quando ci serve qualcosa, quindi se per esempio si ha bisogno di indossare gli occhiali per leggere o vedere qualcosa, in quel momento si è disabili. Beatrice Vio, ha dedicato il suo “purpose” a rendere lo sport accessibile a tutti, promuovendo la qualità della vita per i giovani con protesi di arto.

 

Felipe Gomez, pianista ed esperto di innovazione ha utilizzato la musica come metafora per illustrare il concetto di virtuosità nel business. Felipe ha intrattenuto tutti suonando il suo amato pianoforte e coinvolgendo attivamente il pubblico sulle note di un brano dei Cold Play, invitando i presenti a cantare assieme facendo vivere un’experience di cosa è la virtuosità, concetto cardine della sua carriera”. Nel mondo della musica come in quello del business, la pratica è un processo abituale, sistematico e logico per raggiungere il nostro purpose in modo competente ed efficace” afferma Gomez.

Il secondo giorno è stato aperto con uno speech di Jon McNeill, ex presidente globale vendite di Tesla, al fianco di Elon Musk, dal 2015 al 2018. L’imprenditore statunitense ha raccontato il processo evolutivo che ha portato al successo delle auto elettriche tesla, partendo dai fallimenti e dagli errori che furono commessi all’inizio e soprattutto dimostrando che quando si ha chiaro il “purpose” ci si può rialzare e diventare leader. Ha evidenziato l’importanza di un approccio lean nel processo di miglioramento continuo, identificando gli errori e eliminando gli sprechi.

Muhammad Yunus, l’economista e banchiere bengalese, vincitore del premio nobel per la pace nel 2006 e ideatore del microcredito ha inviato un video messaggio per condividere il suo “purpose” con i partecipanti: costruire un mondo senza povertà. Per scardinare l’idea delle grandi banche che le persone povere non sono meritevoli di ricevere un credito, Muhammad Yunus ha fondato la Grameen Bank e ha iniziato a prestare piccole somme di denaro a tutte le persone a cui solitamente non venivano concessi crediti.

Il nuotatore olimpionico più decorato della storia, lo statunitense Michael Phelps, ha sottolineato la sua dedizione e l’importanza di concentrarsi sui propri obiettivi per raggiungere il suo “purpose”: diventare il migliore nuotatore al mondo e battere tutti i record. “Durante la mia carriera – ha affermato Phelps – non mi sono mai concentrato su quello che facevano gli altri, perché non lo potevo controllare. Ho sempre pensato ad allenarmi ogni giorno per raggiungere i miei obiettivi.”

 

La chiusura dell’evento è stata affidata al leggendario regista Francis Ford Coppola, che ha intersecato cinema e storia nella sua personale analisi su creatività e innovazione. Insieme al regista della trilogia de Il Padrino e di Apocalypse Now sono stati affrontati i temi della creatività, del talento e della leadership. “Se vi trovate nella posizione di dover scegliere i componenti del vostro team, cercate di basarvi sulle sensazioni e affidarvi al vostro intuito”, ha consigliato Coppola.

Il Milano World Business Forum 2023 è stata l’occasione di confronto per le proprie esperienze, visioni e strategie di successo e interessanti spunti di riflessione. Attraverso gli speech e le vere e proprie performance eclettiche, gli speaker hanno sottolineato come il purpose sia la giusta leva per guidare decisioni di successo, ispirare team e generare cambiamento. Quindi invito tutti i lettori a focalizzarsi su un “purpose” per il 2024. •

di by
ALESSANDRO MARTEMUCCI – Lean Marketing Manager

OFFICINAE LEAN & DIGITAL MARKETING
Via Passarelli 99, Matera (I) – Tel. +39 0835 333321
info@officinae.com www.officinae.com

DETERGO Magazine # Dicembre 2023