Mai come in questo tempo post-COVID-19 bisognerà ripensare, ridisegnare e organizzare la propria azienda per reggere l’urto della riduzione dei volumi e la pressione del mercato con tutte le variabili legate al prezzo e al rapporto con il cliente utilizzatore.

Potrà sembrare un paradosso, ma l’orientamento generale del settore sarà quello di privilegiare aziende in grado di garantire standard igienici e qualitativi elevati, in grado di creare modelli di business che intercettino la richiesta del mercato e siano in grado di sostenere la crescita, che ci auguriamo dal 2021 essere forte e decisa.

Anche noi costruttori di macchine dovremo essere capaci di accompagnare questo processo di crescita attraverso lo sviluppo di soluzioni che abbiano un impatto positivo sul conto economico dei nostri clienti. L’automazione dei processi potrà non essere più una scelta ma una necessità legata alla sempre maggiore difficoltà di reperire manodopera ma soprattutto all’esigenza di valorizzare la manodopera esistente attraverso soluzioni che ne facilitino la performance e, di conseguenza, la redditività. Il futuro ruota intorno alla capacità di incrementare gli indici di produttività con soluzioni mirate, ergonomiche ed efficienti.

Proviamo a pensare a quante volte un capo di biancheria viene manipolato da un operatore e a quante volte questa operazione potrebbe essere evitata.

Anche nella fase di finissaggio (come nel lavaggio) abbiamo tempi e/o fasi che sono passivi e quindi influenzano negativamente il risultato operativo del processo: la movimentazione dei carrelli, l’identificazione dei lotti, la separazione della biancheria, la ceratura del mangano, l’attesa delle pinze per la mancata disponibilità di biancheria per il caricamento, gli scarti e tant’altro ancora.

Con il nuovo introduttore EMR SynchroRemote e un sistema di asservimento a nastri, la maggior parte dei tempi morti sopra citati vengono tramutati in fattori di crescita produttiva. Nella nostra esperienza diretta sul campo abbiamo riscontrato un reale aumento della produttività rispetto agli introduttori tradizionali. L’introduttore EMR SynchroRemote, con il sistema di pinzatura servo-guidato e il buffer di stoccaggio compatto da massimo 40 pezzi, definisce i nuovi standard di introduzione dei capi grandi e medi: +30% di produttività con lenzuola miste con una media operatore/h di 330 lenzuola su una via; incremento del 40% nel caso di copripiumini o capi pesanti in generale. Nella fase di apertura e chiusura, la nuova pinza di allargamento è più veloce di 250 millisecondi rispetto alla precedente. Se considerassimo solo la fase di apertura e chiusura vorrebbe dire che in un’ora di lavoro risparmieremmo 900 secondi. Ogni secondo in un processo industriale “conta”, i tempi passivi, viceversa, incidono in maniera negativa sul risultato operativo: pensiamo a quante volte l’operatore è in attesa della disponibilità delle pinze della macchina con il capo in mano. L’attesa, che di per sé è una perdita di performance, viene aggravata dal peso del capo stesso che influenza in negativo il benessere fisico del dipendente.


Con il nuovo introduttore EMR SynchroRemote, il buffer di stoccaggio intermedio consente un’operatività fluida e senza interruzioni al variare delle condizioni di lavoro: mancanza di biancheria, pinze di allargamento sature, temporanea assenza dalla postazione di lavoro, variazione di velocità del mangano, cambio programma e così via. La vera rivoluzione industriale è creare la perfetta sinergia tra uomo e macchina, mantenendo al centro l’uomo. La postazione di lavoro deve essere costruita intorno all’uomo ed alle sue esigenze: postazioni adattabili in altezza, visuale circostante adeguata, luminosità, riconoscimento veloce delle informazioni e basso livello di rumore.

Una linea di stiro con EMR SynchroRemote a quattro stazioni, asservita da nastri, è in grado di sostituire il lavoro di due linee tradizionali a 3 stazioni con caricamento da carrello con conseguente risparmio di 2 operatori per ora, di vapore e di corrente elettrica.

KANNEGIESSER ITALIA
Via del Lavoro, 14 – 20090 Opera Mi (Italy)
Tel.Ph: + 39 02 5760 6000 fax: +39 02 57 60 49 33
info@kannegiesser.it
www.kannegiesser.com

a cura di Marzio Nava

Rivista Detergo luglio/agosto 2020

Previous articleMARKETING&CUSTOMER – Digitalizzarsi in lavanderia e acquisire clienti in modo low cost
Next articleOLIN – Presentazione del nuovo design per il fustino del solvente DOWPER™