Il numero di Detergo che state compulsando (se in versione cartacea) è fatto con carta riciclata. Una pagina dopo l’altra green. Da qui in avanti sarà così, perché questa scelta non è simbolica e di facciata ma è una decisione consapevole e di sostanza.

Non potevamo continuare a perorare la causa dell’ecocompatibilità senza assumerci un impegno diretto in questo senso.In un momento complesso e insidioso come quello che stiamo vivendo, la comunicazione assume un ruolo essenziale e la reputazione assume un valore fondamentale per tutti, così anche per Detergo, la voce delle imprese della manutenzione tessile.

Continuiamo a dire che nulla sarà più come prima, rispetto alla crisi sanitaria in atto. Alle aziende viene chiesto di cambiare il modo stesso di fare impresa, di concepire in modo nuovo il rapporto con i propri dipendenti, con il proprio territorio e con la propria comunità. Un po’ un ritorno ad un passato glorioso, in cui l’imprenditore aveva un legame profondo con il proprio territorio. Siamo nel bel mezzo di una metamorfosi, un cambiamento profondo, dove la sostenibilità è un fattore essenziale per lo sviluppo delle persone e del pianeta.

In questa lunghezza d’onda ci siamo chiesti che cosa potevamo fare per lanciare un segnale innovativo. Detergo non è solo un bollettino di informazione cartacea è un vero e proprio sistema di comunicazione: oltre alla rivista tradizionale, c’è il sito internet e ci sono i social, questi due ultimi canali, per altro, stanno riscontrando un gradimento inaspettato.
Le imprese della manutenzione tessile stanno compiendo uno sforzo straordinario per coniugare il fare impresa con una crescita ecocompatibile.

Le parole d’ordine di EXPOdetergo International 2022, saranno RESET.RESTART together, ma all’insegna dei grandi tre temi della manifestazione fieristica: sostenibilità, digitalizzazione e igienizzazione.

Fare di più, con meno: è questo, ormai da qualche anno, l’obiettivo del settore della manutenzione dei tessili. Tutta la filiera anche nel nostro ambito, infatti, punta a maggiore efficienza, igiene e produttività ottenute con minor dispendio di energia, acqua e detergenti, ma soprattutto con un più basso impatto ambientale. Ecco perché la sostenibilità non poteva che essere una delle direttrici del progetto di EXPOdetergo International 2022 e così anche di Detergo.

Dalle singole lavatrici alle grandi linee automatizzate, dai detergenti agli additivi chimici, l’intero comparto punta a un business sempre più green. Trasformare la paura del presente in fiducia nel futuro, infatti, come diceva il Presidente americano Roosevelt, “L’unica cosa di cui dobbiamo avere paura è la paura stessa”.

Di Marzio Nava
Detergo Magazine – Numero 9, Settembre 2021

Previous articleEVENTI – Digitalizzazione ed ergonomia: l’innovazione a EXPOdetergo International 2022
Next articleL’ALTRA COVER – FLESSIBILITÀ E INNOVAZIONE, L’ESPERIENZA DI ICT-GROUP PER LE LAVANDERIE INDUSTRIALI