Home » COVER STORY » AZIENDE DI SUCCESSO — Imesa, un poker di “E” che conquista ogni mercato

AZIENDE DI SUCCESSO — Imesa, un poker di “E” che conquista ogni mercato

imesabianco-okEnergia, ergonomia, ecologia, easy use: sono i quattro assi grazie a cui questo brand della provincia veneta si impone in piazze nuove e tradizionali dell’indotto globale della lavanderia. Semplificare le macchine tramite la stessa tecnologia touch screen dei telefonini si rivela infatti strategia di marketing universale. Ne parliamo in quest’intervista con il direttore commerciale Carlo Miotto

1-parte-esUna chiave per capire cosa significa, e come si posiziona Imesa, nel mercato mondiale delle macchine e dei servizi per lavanderia, risiede anche nella località dove si trova la fabbrica: nel nordest italiano di Cessalto, comune in provincia di Treviso molto vicino – appena mezz’ora di macchina – a Venezia. Come a rammentarci che, attraverso una contiguità a quella che era la Repubblica Serenissima nota per la sua leadership commerciale estesa fino ai mari d’oriente, Imesa è storicamente affacciata su un mercato globale in continua trasformazione.
E’ anche il “punto” migliore per iniziare a parlarne con il direttore commerciale, Carlo Miotto.

  • Miotto, cosa vuol dire nel 2016 rappresentare, tramite il brand Imesa, un Made in Italy modello Nordest?

“Avere una sorta di vocazione immediata e inesauribile per il Nuovo”.

  • Ovvero?

2-parte-interno-3“Nuova tecnologia, ovvio, ma anche nuovi mercati. Perché se io ho per le mani qualcosa di inedito, oltre a interessare con le note garanzie di Imesa quanti operano su piazze consolidate, avrò un impatto mi viene da dire naturale con soggetti emergenti, a caccia di contatti concreti e duraturi”.

  • Cosa spinge gli uni e gli altri verso Imesa?

“Né più né meno le quattro “e” giustamente sbandierate come linguaggio globale alla recente fiera Texcare, a Francoforte. Che sono poi le stesse “e” attorno a cui, non da ieri ma da tempo, ruota l’immagine Imesa: energia, ergonomia, ecologia, nonché quell’efficienza che a noi piace declinare nel termine inglese easy use, uso facile”.

  • Nell’analizzare questo poker vincente di “e”, partiamo proprio dall’easy use. Che peso ha nel mercato attuale?

1parte-tandem-copy“Prioritario. E figurati se non lo abbiamo capito noi, visto che la nostra mission, maturata in 50 anni di storia, è vendere impianti completi di lavanderia. E’ ovvio che un cliente fa un acquisto così importante, portandosi a casa lavatrice, essiccatoio, calandra e mangano, solo in presenza di determinate garanzie”.

  • In cosa consistono?

“Nell’accorgersi di parlare davvero la stessa lingua tecnologica del venditore. Se un imprenditore alberghiero del Kenya, o una casa di riposo di Singapore, tanto per riferirci a mercati emergenti, hanno bisogno di una lavanderia e si imbattono nel touch screen delle macchine Imesa, partiamo subito con il piede giusto, mi pare”.

  • Già, è lo stesso touch screen degli smartphone usati in tutto il mondo.

“Il che vuol dire semplicità, maneggevolezza, empatia, cognizione di una macchina che in teoria può usare anche un bambino, talmente facile e universale è il modo di approcciarla. Che si parli di una lavatrice da 8 o 120 chili, tecnologia e componentistica Imesa non cambiano di un chip. Ovvero il famoso buongiorno che si vede dal mattino”.

  • Dopodiché?

“Si avvia un dialogo dove Imesa ha modo di dimostrare facilmente tutte le altre convenienze della propria offerta. Per cui salta fuori una seconda “e”, quella di ecologia, dato che, restando alla componentistica, la stragrande parte dei pezzi di una macchina Imesa pesa meno di cinque chili, ed è per questo motivo facilmente riciclabile. Fondamentale, la leggerezza: perché mai devo inserire una potenza di 25 kilowatt in un essiccatoio che, funzionando tre ore al giorno, ha bisogno di molto meno?”.

  • Secondo quanto raccomandano i principi della migliore ergonomia, ovvero l’ottimizzazione dei processi di lavoro in termini di risparmio e di performance produttiva.

1parte-interno-1“Già, e una volta arrivati qui, tanto per chiudere il cerchio magico delle quattro “e”, il cliente capirà quanto sarà per lui conveniente investire nel risparmio energetico di una macchina Imesa, che possiede tutti gli accorgimenti in grado di garantire minori consumi in tempi ottimali. Ad esempio tramite quella coibentazione di materiali che trattengono e non disperdono calore”.

  • A questo punto l’affare è fatto, viene da dire.

“E senza porci limiti di tempo, possiamo aggiungere a ragion veduta noi di Imesa”.

  • Come mai?

“Per le nostre garanzie in termini di assistenza. Ovvero istruzioni inserite nelle macchine in sedici lingue possibili, senza più bisogno di ingombranti e astrusi libretti cartacei, e assistenza a distanza via Gsm”.
Così “navigano” alla grande i “veneziani” del terzo millennio.

IMESA: “We make the difference” anche nel self service

2-parte-vetrinaLa lavanderia self service è una realtà ben consolidata nella società moderna, un servizio completo, rapido, conveniente e professionale, che attira e soddisfa un numero sempre più crescente di utilizzatori.Imesa da sempre produce lavatrici ed essiccatoi progettati per l’uso self service, macchine robuste e prestazioni di lavaggio ed asciugatura ad alto livello in tempi ridotti.

Le lavanderie self service attrezzate Imesa hanno caratteristiche precise:

  • Funzionalità: i negozi sono facilmente accessibili, progettati per consentire al cliente di muoversi con comodità in un contesto commerciale ben servito.
  • Pulizia: gli ambienti sono puliti e ben curati in linea con lo standard e lo stile aziendale.
  • Sicurezza: presidio giornaliero della proprietà e sistemi di video sorveglianza garantiscono tranquillità e sicurezza ai clienti.
  • Servizio completo: le lavanderie self service Imesa offrono un servizio completo dal lavaggio, all’asciugatura, dalla stireria alla piccola sartoria.

2-parte-interno-4L’utilizzatore che sceglie la lavanderia self-service ha principalmente bisogno di soddisfare un’esigenza che non può gestire a casa: volumi di lavaggio superiori alla capacità di una normale lavatrice casalinga, necessità di asciugare biancheria in modo veloce o per mancanza di spazi dove stendere il bucato, prestazioni della lavatrice casalinga insoddisfacenti per alcune tipologie di capi, etc.

L’imprenditore che sceglie di aprire una lavanderia self-service deve offrire il servizio migliore ad un costo proporzionato all’attività. Energia, acqua, detersivi e manutenzione sono le principali spese direttamente legate al funzionamento dei macchinari, costi che vanno costantemente monitorati poichè incidono nel bilancio dell’attività.

Imesa progetta e costruisce i suoi macchinari con l’obiettivo di rispondere sia alle esigenze dell’utilizzatore finale, sia del proprietario dell’attività.

2-parte-interno-3In questa ottica, ecco che parliamo nuovamente delle principali caratteristiche di Imesa:

ENERGY SAVING = efficienza e consumi energetici ridotti

EASY USE = facilità di utilizzo, touch screen facili intuitivi e multilingue

ERGONOMY = innovazioni teconologiche, soluzioni di spazio e praticità

ECOLOGY= rispetto dell’ambiente, riduzioni degli sprechi

Negli ultimi anni Imesa ha puntato su innovative formule di commercializzazione come il noleggio ed il comodato d’uso gratuito. La vera novità è la “vendita” di un servizio: le macchine infatti rimangono proprietà di Imesa ed il cliente paga in base all’effettivo uso (Pay per Use).

La gestione di questo processo è stata agevolata dalla presenza ESCLUSIVA di GSM in tutte le macchine. Il controllo da remoto offre molteplici vantaggi: consente non solo di intervenire tempestivamente in caso di necessità, ma anche di conteggiare i cicli eseguiti e monitorare il consumo di detergenti. Si tratta di informazioni strategiche soprattutto per i venditori di detergenti, che saranno informati dalla stessa macchina nel momento in cui è necessaria una nuova fornitura.

 

di Stefano Ferrio

Rivista Detergo

Settembre 2016

 

 

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Check Also

COVER STORY — “Made in Germany” incontra “Bella Italia”: Kreussler Textile Care ha aperto una filiale a Milano

Kreussler, l’azienda a conduzione familiare fondata nel 1912, specializzata nella manutenzione e l’igiene dei tessuti, …