Home » News » Italia » L’Expo 2015 chiama le imprese italiane ASSOSISTEMA

L’Expo 2015 chiama le imprese italiane ASSOSISTEMA

L’Expo 2015, quale opportunità di crescita e di sviluppo. Un’occasione per le imprese italiane di cooperazione e di partnership per creare business, recuperare competitività in nuovi mercati e Paesi, incrementare l’occupazione, attrarre investimenti ed esportare la cultura italiana nel mondo. Il progetto è stato illustrato il 25 gennaio scorso, in Confindustria, durante l’incontro, cui ha partecipato Assosistema: Expo incontra le imprese

 

Venti milioni di visitatori stimati, una ventina di miliardi di investimenti diretti e indiretti, 60.000 posti di lavoro in tutti i settori che beneficeranno della manifestazione, dal turismo alle imprese dei servizi, dal commercio all’edilizia, dal manifatturiero ai beni culturali. Queste le cifre dell’Expo 2015. Soprattutto nella congiuntura attuale, l’Expo assume una valenza strategica, quale generatore di crescita economica e occupazionale e un acceleratore per la realizzazione di infrastrutture che il sistema produttivo chiede da anni e che sono determinanti per la competitività delle imprese. Tutto ciò non solo durante i sei mesi di durata dell’evento (l’Expo si terrà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre 2015), ma anche nei quattro anni di preparazione dello stesso.

L’Expo potrà sviluppare molte delle innumerevoli attrattività del Sistema Italia. Esso fungerà anche da impulso alle nuove tecnologie ecocompatibili, che possono dare un contributo concreto alla promozione dell’innovazione e al miglioramento dei processi produttivi, incoraggiando lo sviluppo di prodotti sostenibili, ed alle tecnologie che contribuiranno a dare risposte sostenibili ai fabbisogni alimentari di una popolazione mondiale in rapida crescita attraverso l’aumento della produttività agricola e alimentare. Il compito del mondo produttivo è costruire l’Expo B2B volando alto con idee, progetti e realizzazioni che mirano, oltre che a creare, centri di attrattiva per gli operatori, a trasformarsi in un eredità permanente per il Paese. Assosistema, che ha partecipato all’incontro “Expo incontra le imprese” svolto in Confindustria il 25 gennaio scorso, sta seguendo con grande attenzione le opportunità che possono risultare di interesse per le imprese associate. Tra i principali settori che beneficeranno di importanti ritorni in termini di business c’è sicuramente il turismo: infatti, considerato il flusso di visitatori, si stima una domanda di circa 185.000 posti letto/giorno.

Tale attrattività va considerata anche in un’ottica di filiera con riguardo all’incremento della domanda di prodotti e servizi connessi alla ricettività turistica. L’Italia è la prima destinazione turistica nei desideri dei viaggiatori internazionali, per ricchezza di patrimonio e varietà di suggestioni artistiche, culturali, paesaggistiche, eno-gastronomiche. Ma secondo la World Tourism Organisation è solo la quinta meta turistica nel mondo in termini di arrivi internazionali.

L’Expo potrebbe, in questo senso, instaurare un concorso positivo di eventi affinché l’Italia diventi progressivamente la meta turistica per eccellenza del turismo internazionale in maniera stabile e duratura.

Il turismo – già oggi grande contributore (12%) del PIL nazionale – può in prospettiva rappresentare un settore di vertice assoluto per la creazione di lavoro e di ricchezza nel nostro paese, con spazi di crescita di fatto preclusi a molti altri settori maturi.

Il settore sta attraversando rapidi e profondi mutamenti, in particolare in termini di distribuzione, motivazioni, bisogni e modalità di scelta da parte del cliente finale: tutto ciò richiede formule, piattaforme e reti nuove, sempre più interrelate.

Con l’occasione di Expo 2015, si potrà condurre il sistema turistico italiano a colmare o almeno limitare gli attuali deficit competitivi e poter contare – anche post evento – su infrastrutture, progettualità e governance in grado di mantenere la riconquistata leadership, come negli anni ‘60 e ‘70.

Progettare e investire per il turismo inoltre – con una visione di insieme mirata sulla qualità, l’attrattività e la sostenibilità di una destinazione – coincide totalmente con il miglioramento della qualità della vita dei cittadini residenti.

Il sistema turistico alimenta, inoltre, e viene alimentato dagli altri sistemi del Paese. Fondamentali saranno quindi le infrastrutture di collegamento, indispensabili per sostenere il flusso dei visitatori e rendere fruibili le innumerevoli offerte disponibili su tutto il territorio.

Vi è, infatti, la possibilità di partecipare attivamente alle gare pubbliche, attraverso l’espletamento delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di appalti della Pubblica Amministrazione, per gli affidamenti di contratti per lavori, servizi e prodotti in qualità di fornitori di Expo 2015 S.p.a. La costruzione e la gestione del sito espositivo richiederà, infatti, numerose opere e prodotti e servizi sostenibili di eccellenza, dalla gestione integrata dell’energia ai sistemi di mobilità, ai materiali di costruzione alla logistica, fino ai sistemi e ai dispositivi di sicurezza.

Check Also

EVENTI — Dubai, novembre 2017 “Gulf Laundrex Linen-Care Expo powered by EXPOdetergo International” In continua crescita le adesioni di aziende italiane ed è ancora possibile iscriversi

Segno del successo arriso all’iniziativa di EXPOdetergo International, diventata per la prima volta organizzatore esclusivo per l’ltalia e …