Home » Guida Pulitintore » GUIDA DEL PULITINTORE – “SE NON SAI DOMANDA”

GUIDA DEL PULITINTORE – “SE NON SAI DOMANDA”

L’Ing. Vittorio Cianci e il suo Staff di collaboratori saranno a vostra disposizione per rispondere a tutte le domande che invierete via e-mail agli indirizzi indicati (Risposte chiare a problemi complessi).

• Domande riguardanti problemi tecnici legati ai materiali, alle difettosità, alla tossicità, ai reclami, alle anticipazioni dei materiali, alle problematiche di manutenzione e alla chimica tessile del lavaggio
• Domande riguardanti le controversie
• Informazioni generali e altre informazioni
• Problematiche di manutenzione e di chimica tessile del lavaggio

L’ESPERTO RISPONDE
I quesiti vanno inviati a e-mail: info@detergo.eu oppure a e-mail: lart@lartessile.it
Le domande più interessanti saranno pubblicate con relativa risposta

RISPOSTE ALLE DOMANDE PERVENUTE
Come verificare la presenza di acqua nella macchina e quali danni può provocare?
Il Sig. Grasselli Giorgio titolare della lavanderia 3Più risponde direttamente al quesito: rilevare la presenza di acqua in macchina a secco non è semplice in macchina statica, mentre si nota solo quando si lava, il solvente diventa lattiginoso torbido ma il danno è ormai già fatto. Come prevenire: pulire spesso il separatore del solvente dopo la distillazione, la polvere depositata nella separazione solvente/acqua permette alle gocce perliformi di andare nel serbatoio di recupero (difetto filtrazione insufficiente). Danni rilevati: infeltrimento della lana, ritiro del cotone e della viscosa, sbavature di colore.

Perché dopo il lavaggio ad acqua i capi di cotone presentano una peluria?
Spesso per problemi di costo si utilizzano cotoni corti di lunghezza tra i 2 e i 2,5 cm. L’azione meccanica del lavaggio ed il conseguente sfregamento provocano la fuoriuscita delle estremità delle fibre che vanno a ricoprire il tessuto con una corta e fitta peluria tipo brina di colore chiaro, in parte per il degrado di colore di tali estremità e in parte per riflessione di luce: il capo assume una spetto invecchiato. Il difetto si accentua nei capi (ad esempio giubbini e piumini) in mista poliestere o nylon con cotone sia perché le fibre di cotone scivolano sul poliestere e fuoriescono più facilmente sia perché talvolta il cotone non viene tinto e si evidenzia sul fondo colorato.

Perchè i capi in pelle talvolta rientrano?
Vi sono due cause a cui imputare il rientro. 1) Alcune pelli sono eccessivamente tirate durante la confezione, si ritirano durante il lavaggio e non sempre riprendono le dimensioni primitive con l’indosso qualora il restringimento è stato eccessivo. Se la pelle è eccessivamente tirata, il restringimento sarà più evidente ed in tal caso il pulitintore non può porvi rimedio. 2) Sempre il Sig. Grasselli Giorgio sostiene che il cuoio è sensibile all’umidità, pertanto se entra in contatto solvente-acqua esso si gonfia ed in asciugamento con il calore si infeltrisce e rientra (fibra proteica) e spesso si incartona (processo irreversibile) . Perché i capi bianchi in microfibra ingrigiscono e sono difficili da lavare? La microfibra è una fibra sottile con un diametro inferiore ai 10 micron o inferiore a 1 denaro (9.000 metri di fibra pesano 1 grammo). In natura non esistono microfibre; la seta che tra tutte le fibre in natura è la più sottile presenta un finezza > 12,5 micron. A parità di titolo o grossezza del filato se le fibre componenti il filato sono sottili significa che vi è uno spazio rilevante tra fibra e fibra: maggiore è il numero delle fibre maggiore è tale spazio. Lo sporco cui è sottoposto il capo durante la vita (polvere e smog) e lo sporco del lavaggio e asciugatura che si deposita sul tessuto (pulviscolo di fibre) si incunea in questi spazi ingrigendo il tessuto e rendendo molto difficoltosa la pulizia. Se poi il tessuto è in microfibra sintetica (quali il nylon e il poliestere) il difetto si accentua in quanto lo sporco viene attirato all’interno delle fibre per carica elettrostatica).

DOMANDE PERVENUTE NEL MESE – Perché sui capi rimane l’impronta dei fori del cesto? – Composizione e qualità del piumaggio in relazione ai difetti dopo lavaggio. – Cosa è la stampa inkjet o digitale e quali problemi può dare? – Perché spesso le tende rientrano al lavaggio ad acqua? – Problemi di lavaggio con tessuti in microfibra.

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Check Also

EVENTI — EXPOdetergo International 2018, ultimi metri liberi Due ricerche faranno il punto sul mercato della lavanderia

Metri quadrati venduti 15mila184,5 su 17mila disponibili. Espositori diretti che li hanno acquistati, 197. Ormai siamo …